.
Annunci online

 
Aralda 
Non mi sono dato alla politica perché non sopportavo l'idea di avere sempre ragione!
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dagospia
Oltre la verità ufficiale
PEACELINK - Info senza filtro
Le grandi notizie - Riservato!
NoReporter - Altra Informazione
I nostri misteri!
Lorenzo - COREdeROMA
Il sito dell'africa e del mondo nero
  cerca

Libri

Ho riletto "Il vecchio e il mare" di Ernest Hemigway. E' stato terribile e spietato, nella sua semplice bellezza, come tutte le altre volte.. Certe opere dell'intelletto umano vanno ben oltre le potenziali capacità di chi le produce, come ben sanno gli stessi autori, che difficilmente nella loro vita riescono a ripetere il 'miracolo'. "Il vecchio e il mare", ma anche "Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcia Marquez, sono 'prodotti' unici perché l'autore è riuscito a riprodurre in loro, senza avere piena coscienza di come abbia fatto, quelle emozioni, quei sentimenti, quegli stati d'animo umani dei quali si ha solo una coscienza diretta, cioè – al massimo – si riescono a vivere. Quindi riuscire a trasferirli ad altri attraverso lo strumento della ‘parola scritta’ è veramente un’impresa disperata, come ebbe a dire più volte lo stesso Hemigway ai vari aspiranti scrittori. Ad esempio, “Il nome della Rosa” di Umberto Eco è sicuramente un bellissimo romanzo, originale e coinvolgente, ma non ha la ‘magia’ delle opere uniche; i sentimenti, le emozioni in questo romanzo vengono perfettamente descritte e maestralmente ‘proiettate’ nel contesto più appropriato, ma non vanno oltre, cioè non fanno scattare in chi legge quel meccanismo che si attiva quando queste emozioni vengono realmente vissute.                            


Strani personaggi..
 

 
I miti a motore!



Parlamento pulito?


IPSE Dixit                                      "I più pensano che in politica bisogna far tacere la coscienza e che quindi vi sia una morale per l'uomo politico ed una per l'uomo privato. Per me la morale è una sola, e chi è canaglia nella vita politica, resta canaglia anche nella vita privata."  Sandro Pertini




Le foto presenti su Aralda sono
state in larga parte prese da
Internet e quindi valutate di
pubblico dominio. Se i
soggetti o gli autori avessero
qualcosa in contrario alla
pubblicazione, non avranno
che da segnalarlo
a: radioaralda@virgilio.it,
che provvederà prontamente
alla loro rimozione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il buon pensiero: "Ognuno vale quanto le cose a cui dà importanza."
(Marco Aurelio)


 

Diario | Breviario | Minime | Immagini | Gli articoli nascosti | Il personaggio | La citazione | Film |
 
La citazione
1visite.

11 maggio 2010

Viaggiare..?

Si fa presto a dire partiamo! Poi, addirittura verso Sud..! Viaggiare E' gapire (ah, il maestro..)! Ma cosa? Non tanto il luogo dove si sta andando, quello, il luogo "nuovo", è nuovo solo per te, ma in realtà di lui tutto si sa e tutto si può sapere, con la dovuta calma.. Quello che invece sconvolge veramente è chiudere la porta di casa dal lato "sbagliato", cioè dal lato opposto a quello della normale contestualità nella quale quotidianamente ci ritroviamo. Le morbide pantofole con la faccia di Pluto, la papera porta giornali in bagno, la mitica Lagostina sempre pronta all'uso, la canotta d'ordinanza..

Partire è un'altra cosa! E' l’incertezza del prossimo minuto, del prossimo passo, che ci costringe inadeguati e impreparati (impauriti?) anche in una stazione del tutto simile a quella della nostra città, ma “spaventosa” e “diversa” solo perché si trova altrove..

Il vero viaggio inizia fuori dalla porta di casa e te ne accorgi già dalla faccia della dirimpettaia che ti ha visto con la valigia, dall’idea martellante di aver dimenticato qualche cosa, dalla sensazione di incertezza quando accendi il motore dell’auto o quando sali sul treno..

Quello che vorresti capire in realtà (senza riuscirci, ma non dipende da te..) sei proprio TU, che ti scopri improvvisamente “altro” perché privo del contesto che ti identifica.

Quello che invece vorrei capire io è come si possa pagare 44,00 euro per un biglietto (uno solo) di seconda classe sul “FRECCIAROSSA” RM ->NA!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Viaggiare

permalink | inviato da Aralda il 11/5/2010 alle 10:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 febbraio 2010

Pensiero stupendo..


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Paolo Rossi Sanremo pensiero stupendo

permalink | inviato da Aralda il 19/2/2010 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

22 marzo 2007

Quel mito di Robertaccio!



“Vede fra il pubblico Veronica Lario, che assiste allo show con i figli, e non si fa sfuggire l'occasione. Roberto Benigni, durante il suo "Tutto Dante" al Palasharp di Milano, fa una proposta di matrimonio alla signora Berlusconi, parafrasando le "parole dello scandalo" che l'ex premier disse alla deputata azzurra Mara Carfagna: ""Se non fossi sposato la sposerei. Non porto tacchi, sono alto un metro e 70 tutto naturale, non ho mai messo la bandana, non ho mai messo il doppiopetto.... Non racconto barzellette, non vado a cena con Bondi e Ghedini, che tutti e tre quando li vedo sembrano Star Trek, e non la tradirò mai sfacciatamente come fa lui con Fede, non le farò mai canzoni con Apicella. Ho un amore straordinario per lei - conclude - le volevo fare una proposta di matrimonio e ringraziarla per essermi venuto a trovare". Da Repubblica.it




permalink | inviato da il 22/3/2007 alle 9:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 dicembre 2005

A Noi!!



Marco Tronchetti Provera: "La controinformazione non esiste. E' un'invenzione. Uno strumento che serve durante i regimi e in Italia il regime non c'è. Noi dobbiamo formarvi come nuova classe dirigente e dovete affidarvi a ciò che vi viene detto dai quotidiani in classe, Il resto non esiste.." da: blog_B.G.



 




permalink | inviato da il 6/12/2005 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

21 ottobre 2005

Le verità nel secchio..



“Mio marito tornava a casa alle dieci e mezza perché non aveva voglia sentirsi sgridare come facevo anch’io, nonostante fossi transessuale. D’altronde è uno dei misteri delle donne: rompono i coglioni senza toccarli.”
(Maurizia Paradiso - da News Settimanale)




permalink | inviato da il 21/10/2005 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

21 febbraio 2005

Americà, facce tarza!

Conversazione realmente registrata sulla frequenza di emergenza marittima sul canale 106 a largo della costa di Finisterra (Galicia), tra galiziani e americani, il 16 ottobre 1997.

Spagnoli (rumore di fondo): “... vi parla l'A-853, per favore, virate 15 gradi sud per evitare di entrare in collisione con noi. Vi state dirigendo esattamente contro di noi, distanza 25 miglia nautiche.


Americani (rumore di fondo): “... vi suggeriamo di virare 15 gradi nord per evitare la collisione.


Spagnoli: “Negativo. Ripetiamo, virate 15 gradi sud per evitare la collisione.


Americani (un'altra voce): “Vi parla il Capitano di una nave degli Stati Uniti d'America. Vi intimiamo di virare 15 gradi nord per evitare la collisione.


Spagnoli: ”Non è fattibile, ne ‘conveniente’, vi suggeriamo di virare di 15 gradi per evitare di scontrarvi con noi.


Americani (tono accalorato): “Vi parla il capitano Richard James Howard, al comando della portaerei USS Lincoln, della marina degli Stati Uniti d'America, la seconda nave da guerra piu' grande della flotta americana. Ci scortano 2 corazzate, 5 incrociatori, 4 sottomarini e numerose altre navi d'appoggio. Non vi ‘suggerisco’, vi ORDINO di cambiare la vostra rotta di 15 gradi nord. In caso contrario ci vedremo costretti a prendere le misure necessarie per garantire la sicurezza di questa nave. Per favore obbedite immediatamente e toglietevi dalla nostra rotta!


Spagnoli: “Vi parla Juan Manuel Salas Alcantara. Siamo 2 persone. Ci scortano il nostro cane, il cibo, 2 birre, e un canarino che adesso sta dormendo. Abbiamo l'appoggio della stazione radio ‘Cadena Dial de La Coruña’ e il canale 106 di emergenza marittima. Non ci dirigiamo da nessuna parte, visto che parliamo dalla terra ferma, siamo nel faro A-853 di Finisterra sulla costa Galiziana. Non abbiamo la più pallida idea di che posto abbiamo nella classifica dei fari spagnoli. Potete prendere le misure che considerate opportune e quello che vi pare per garantire la sicurezza della vostra nave, che si sfracellerà sulla roccia. Pertanto insistiamo nuovamente e vi suggeriamo di fare la cosa più sensata, cambiare la vostra rotta di 15 gradi sud per evitare la collisione.


Americani: “Bene, ricevuto, grazie.




permalink | inviato da il 21/2/2005 alle 14:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

15 novembre 2004

Il "peso specifico"..

“Quando gli operai si trovano, giocano al calcio
quando i capi si trovano, giocano a tennis
quando i dirigenti si trovano, giocano a golf,
morale:
piu' grande e' il potere, piu' piccole sono le palle…”




permalink | inviato da il 15/11/2004 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 ottobre 2004

Unico, decisamente unico..!

«Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendia si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio..»

Gabriel García Márquez – “Cent’anni di solitudine”, 1967




permalink | inviato da il 27/10/2004 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 luglio 2004

La citazione..

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato [...]. Credi davvero che il passato abbia un'esistenza reale? [...]. Il passato esiste forse concretamente nello spazio? C'è da qualche parte un luogo, un mondo di oggetti solidi, dove il passato sta ancora avvenendo? [...] dove esiste il passato, seppure esiste?". "Nei documenti. Vi è registrato". "Nei documenti. E... nella mente. Nella memoria degli uomini".

Da "1984" di George Orwell.




permalink | inviato da il 26/7/2004 alle 17:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio